Cos’è l’analisi tecnica? Come si fa? I 5 step per diventare un analista tecnico di successo

Cos’è l’analisi tecnica?

L’analisi tecnica dei mercati finanziari è lo studio del movimento del prezzo di un asset finanziario, basato sull’utilizzo di un grafico e di indicatori matematici, con il fine di prevedere la futura evoluzione di tale prezzo

dexterDunque cos’è l’analisi tecnica? Detto in modo superficiale, l’analisi tecnica è l’analisi del grafico di un asset finanziario. Ma in realtà il ragionamento e la filosofia dietro tale analisi grafica sono molto più profondi di quel che sembra.

In questo articolo scopriamo cos’è l’analisi tecnica. Imparerai cos’è l’analisi tecnica e perché essa è così importante per qualsiasi tipologia di trading scegli di fare: sia per il trading CFD, sia per quello binario, sia per quello sulle criptovalute.

Oggi ti spiego cos’è l’analisi tecnica e ti mostro quali sono i 5 step che devi attraversare per diventare un analista tecnico di successo. Ti dico sin da subito però che non è semplice diventare un esperto di analisi tecnica. Ci sono molte competenze che vanno studiate ed assimilate.

Ma non aver timore. Migliorerai passo dopo passo, articolo dopo articolo. In questo corso completo sul trading (oggi siamo alle lezione 6) troverai più avanti un modulo intero dedicato ai vari macro-argomenti di analisi tecnica dei mercati finanziari. Ci arriveremo.

Intanto, ecco a te i 5 step necessari per capire cos’è l’analisi tecnica e per diventare un analista tecnico di successo. Verso la fine dell’articolo ti dirò anche come potresti passare subito all’azione ed iniziare ad esercitarti riguardo l’analisi tecnica.

Premessa: “Analisi tecnica dei mercati finanziari” è il nome del più famoso libro al mondo sull’analisi tecnica, scritto da John J. Murphy. Questo articolo ti offre del materiale del tutto gratuito sulle basi di analisi tecnica e su che cos’è l’analisi tecnica. Ma la lettura del famosissimo libro di Murphy è sicuramente consigliata.

Bene, ora possiamo iniziare!


Step 1) Capire la filosofia su cui si basa l’analisi tecnica dei mercati finanziari

Il primo step che devi affrontare è capire profondamente la filosofia, il ragionamento su cui si basa l’analisi tecnica.

Quella di prima è stata la mia personale definizione su che cos’è l’analisi tecnica. Vediamo la definizione di una persona molto più importante di me, John J. Murphy.

Cos’è l’analisi tecnica? L’analisi tecnica è lo studio del movimento del mercato tramite l’uso sistematico di grafici, allo scopo di prevedere le tendenze future dei prezzi

John J. Murphy

Il succo come vedi è lo stesso.

Il principio fondamentale dell’analisi tecnica è che lo studio dei prezzi del passato fa capire come si muoveranno i prezzi nel futuro

La  logica è la seguente, cerca di seguirmi.

cos'è l'analisi tecnicaL’analisi tecnica reputa gli essere umani non razionali. Visto che i movimenti dei mercati finanziari derivano da azioni umane irrazionali, i mercati finanziari stessi non saranno mai razionali.

Di conseguenza più che dal valore intrinseco di un asset, il movimento dei prezzi di mercato sarà prodotto da una somma di azioni umane irrazionali. Tali azioni tendono a ripetersi nel tempo. Perché l’individuo medio (l’investitore o trader medio) tenderà sempre a comportarsi in modo simile di fronte a dinamiche di mercato simili.

Per farti un esempio molto generale, in momenti di euforia di mercato una persona media tenderà a “strafare”, e quindi a condizionare il mercato con la sua euforia e avidità (non basandosi sul reale valore degli asset su cui opera). Mentre in periodi di negatività, la sua eccessiva paura tenderà a far calare i prezzi degli asset finanziari in modo molto più eccessivo di quello che i fondamentali potrebbero spiegare.

In sintesi, questa “prevedibilità storica” dell’essere umano ha portato a decifrare configurazioni grafiche e indicazioni matematiche che suggeriscono la direzione futura del prezzo di un qualsiasi asset finanziario. Interessante vero?

Il vero punto è dunque imparare a riconoscere queste configurazioni grafiche e indicazioni matematiche coniate dal passato. Conoscendo queste configurazioni grafiche ed indicazioni matematiche, si diventa un analista tecnico.

nietzche irrazionalità

Approfondiamo cos’è l’analisi tecnica vedendo le 3 credenze tipiche di un analista tecnico.


Le 3 credenze di un analista tecnico

Sono 3 principi che ti permettono di capire ancor più profondamente cos’è l’analisi tecnica e “l’anima” dentro di essa.

charles dowTali principi sono stati coniati dal padre dell’analisi tecnica dei mercati finanziari, Charles Dow (1851-1902). Dow già nel lontano 1884 codificò molti dei principi che sono alla base del moderno mondo finanziario, dalla creazione degli indici di mercato (creò il primo “Dow Jones”) alla codificazione appunto dei pilastri dell’analisi tecnica.

Vediamo questi 3 principi/credenze. 

1) Il mercato sconta tutto. Ovvero, nei prezzi di mercato sono già incorporati tutti i fattori economici, politici e fondamentali.

2) I mercati finanziari non sono ambienti razionali. Piuttosto, i mercati finanziari sono ambienti del tutto irrazionali e succubi della psicologia umana.

3) Non c’è mai niente di nuovo nei mercati finanziari. Nei mercati finanziari quello che accade oggi è successo in passato ed accadrà ancora. La storia dunque si ripete. Sempre. 

Fai un mini break ora. Prenditi qualche momento per riflettere su questi 3 principi. E poi persegui pure.


Analisi tecnica dei mercati finanziari e market timing

Vediamo ora qual è il principale obiettivo dell’analisi tecnica dei mercati finanziari. La parola chiave qui è “market timing”. Lo scopo dell’analisi tecnica dei mercati finanziari è capire il market timing.

Market timing è un’espressione “cool” per dire la seguente cosa.

Il market timing è l’individuazione del miglior momento (connesso al miglior prezzo) per entrare in una trade, e del miglior momento (connesso al miglior prezzo) per uscire da una trade

Questo è l’obiettivo ultimo dell’analisi tecnica dei mercati finanziari, che dovrà anche essere il tuo di obiettivo per fare trading con successo.

Infatti, capire quando entrare e quando uscire da una trade è il principale segreto per essere profittevole nel lungo periodo nel trading sui CFD e sulle opzione binarie. Quindi è il principale segreto per riuscire a guadagnare con il trading con costanza.

Nei CFD ciò si trasforma nella classica entrata ed uscita da una trade, nelle opzioni binarie si trasforma nella scelta di quando comprare un’opzione e con che scadenza. Se non sai cosa sono i CFD e le opzioni binarie ed il loro funzionamento, ti consiglio di tornare indietro nel corso e leggere gli articoli a loro dedicati.

Per arrivare a capire il giusto market timing delle tue trade, però, dovrai diventare un esperto di analisi tecnica e capire profondamente cos’è l’analisi tecnica. E per farlo devi continuare a seguire questo corso.


Step 2) Conoscere le tipologie di grafico

Veniamo ora a qualcosa di più concreto e pratico: le tipologie di grafico dell’analisi tecnica.

In analisi tecnica esistono ben 4 tipologie di grafico. Ogni tipologia di grafico è un modo diverso per rappresentare l’andamento del prezzo di un asset finanziario. 

Di queste 4 tipologie, 3 sono di fatto inutili (ma è bene che tu le conosca), mentre 1 è essenziale ed è quella su cui dovrai lavorare quotidianamente. Vediamo prima i 3 tipi di grafici inutili (senza perderci molto tempo), per poi passare a vedere il grafico a candele giapponesi o candlestick. 

Grafico a barre o bar chart

analisi tecnica grafico a barre

Il periodo di tempo è rappresentato da una barra verticale e da due mini-barre ai lati. Ogni periodo rappresenta 4 prezzi: apertura, chiusura, massimo e minimo. E’ la tipologia di grafico più vicina al candlestick.

Grafico lineare o linear chart

analisi tecnica grafico lineare

Considera soltanto il prezzo di chiusura del periodo considerato.

Grafico punto e croce o point and figure chart

È una combinazione di due simboli: cerchi O e croci X. Ogni X rappresenta un incremento delle quotazione, ogni O un decremento. Mi fermo qui perché è un grafico veramente poco utile.

Grafico candlestick o a candele giapponesi

analisi tecnica grafico a candele giapponesi

Il grafico candlestick è il grafico “Re” dell’analisi tecnica. E’ l’unico grafico su cui dovrai fare affidamento per creare le tue analisi tecniche.

Le candele giapponesi sono composte da un corpo (body) e da 2 linee, una in alto e una in basso (le shadow, ombre). Rappresentano i 4 prezzi di apertura, chiusura, massimo e minimo di un periodo che hai selezionato. Rispetto alle altre tipologie di grafico le candele giapponesi permettono di capire con maggiore chiarezza l’andamento dei prezzi.

Inoltre, le candele hanno un colore specifico. Il body è bianco (o verde) se il prezzo di chiusura è stato maggiore del prezzo di apertura. Il body è nero (o rosso) se il prezzo di chiusura è stato inferiore al prezzo di apertura.

abc

I grafici candlestick devono essere il tuo “alfabeto” per la creazione di poesie (trade in guadagno)

abc

Inoltre, le candele giapponesi sono molto importanti anche perché esistono specifiche configurazioni grafiche che si possono individuare soltanto utilizzando tale tipologia di grafico. Più avanti nel corso troverai un articolo specifico dedicato ai pattern grafici delle candele giapponesi.

In sintesi: quando aprirai la piattaforma di trading del tuo broker, imposta direttamente i grafici candlestick e non ti curar delle altre tipologie di grafico. 

Manca ancora un’informazione importante che devo darti per farti capire ancor meglio cos’è l’analisi tecnica.

Quale periodo di tempo o orizzonte temporale puoi impostare in un grafico candlestick?

La risposta è “molteplici”. Puoi usare grafici dove ogni candela rappresenta 1 minuto, 5 minuti, 15 minuti, 30 minuti, 1 ora, 4 ore, 1 giorno, 1 settimana o 1 mese. Nel grafico visto poco fa, ad esempio, ogni candela rappresentava una giornata. 

La scelta del o degli orizzonti temporali da guardare per creare le migliori analisi tecniche è un argomento molto delicato, che merita un approfondimento a parte. Potrei svelarti qualcosa verso la fine di questo articolo  😉 


Momento storia 🙂

Ti sto per riportare un video in cui parla una persona che rappresenta uno dei miei idoli personali sul trading.

Sai che non mi considero assolutamente un guru dei mercati, cerco solo di semplificare un po’ di conoscenze…ecco invece considero Massimo Intropido il vero guru italiano dell’analisi tecnica dei mercati finanziari. Anzi, Intropido è forse il vero guru italiano dei mercati finanziari in generale. Ascoltarlo parlare sul trading e sull’investimento è un piacere. Mai banale.

In questo spezzone di video che ho ritagliato per te, preso degli studi di Class CNBC, Intropido svela le origini dell’analisi tecnica moderna ed in particolare le origini delle candele giapponesi. Un po’ di storia non guasta per capire meglio cos’è l’analisi tecnica.

Non ti preoccupare se alcuni concetti non ti sono chiari, prendi questo video più che altro come un modo per soddisfare la tua curiosità sulle origini delle candele giapponesi. Ti guiderò poi io nello studio dei costrutti tecnici sulle candele giapponesi più avanti nel corso.

Nota: ho ritagliato per te solo uno spezzone di questo lungo video prodotto da Ricerca Finanza, spezzone che riguarda appunto la nascita delle candele giapponesi.

In questo video Massimo Intropido stava riportando qualche contenuto del suo libro “L’arte della speculazione“. Libro molto carino che ti consiglio.


Pausa!

Siamo arrivati più o meno a metà di questo articolo su che cos’è l’analisi tecnica. Ti sta piacendo? Lo trovi utile? E’ uno dei migliori articoli su che cos’è l’analisi tecnica che hai trovato online?

Be’, allora potresti dimostrarmi il tuo apprezzamento aggiungendomi un bel like su Facebook! A te non costa niente, mentre per me conta veramente tanto. Basta che clicchi sul bottone qui sotto.

Grazie infinite! Ora proseguiamo.


Step 3) Studiare, studiare, studiare…

Nei primi 2 step ci siamo focalizzati sul capire cos’è l’analisi tecnica. Negli step 3, 4 e 5 invece ti faccio vedere cosa devi fare nella pratica per passare all’azione ed imparare a condurre l’analisi tecnica sui grafici degli asset che vorrai.

leopardiL’analisi tecnica è composta da diverse aree  che vanno studiate con attenzione. In questo corso ho suddiviso l’analisi tecnica di base in 4 macro-argomenti, e ad ognuno ho dedicato un articolo specifico. Sono:

– Trendline, supporti, resistenze e livelli di Fibonacci

– I pattern grafici sulle candele giapponesi

– Le medie mobili

– Gli indicatori di trading

Se non hai la minima idea di che cosa sono questi argomenti, va benone! A volte è meglio partire da 0 che partire con basi parzialmente sbagliate o incomplete.

Lo scopo di Il Trading Per Te è formare e informare sul trading. Pertanto, gli articoli che ti ho appena mostrato copriranno nel dettaglio queste 4 sotto-aree specifiche su che cos’è l’analisi tecnica. Imparerai presto tutto ciò che devi sapere su tali argomenti.

Quindi per formarti come trader e come analista tecnico continua questo corso di trading, un po’ alla volta e senza fretta


Step 4) …e applicare, applicare, applicare

Imparare l’analisi tecnica è molto più semplice se si applica immediatamente su un grafico la teoria che si studia. Ciò è abbastanza ovvio, essendo una disciplina grafica e visiva, più si pratica graficamente meglio è.

Ma come fare nella pratica a testare i concetti tecnici che impari? Quel che ti consiglio io è di testare man mano i concetti che impari su dei conti di trading demo. Non so se arrivato a questo punto del corso hai già aperto oppure no dei conti di trading demo con i broker che ti ho consigliato.

Comunque, puoi iniziare sin da ora ad esercitarti sull’analisi tecnica su dei conti demo facendo le seguenti cose:

1) Aprire un conto demo di opzioni binarie con il broker iq option attraverso questo link

broker opzioni binarieIq option è il miglior broker di opzioni binarie che puoi scegliere in Italia, quello che uso io stesso e di cui sono partner.

Puoi aprire un conto demo in soli 7 secondi e senza dare alcun dato sensibile. Questo conto demo ti sarà utile anche per applicare ciò che imparerai nelle prossime lezioni di questo corso.

2) Aprire un conto demo di CFD con il broker XM attraverso questo link

broker bolt xmXM è invece il miglior broker CFD che puoi scegliere in Italia, quello che uso io stesso e di cui sono partner. Inoltre, con XM potrai fare le tue analisi grafiche sulla piattaforma regina del trading, MT4. Stesso discorso di prima, questo conto demo ti servirà anche per applicare ciò che imparerai nelle prossime lezioni di questo corso.

Quando vorrai aprire un conto XM reale, però, ti ricordo di farlo dalla pagina Forex broker CFD: iscriviti da qui e ricevi un PDF in omaggio. Pagina che trovi sempre fissata in alto a destra nel menù principale del sito.

Avviso di rischio: il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo materiale non rappresenta un consiglio di investimento.

Ora ti chiedo di entrare dentro uno o entrambi questi conti demo che dovresti aver aperto. Sia che tu sia su un conto demo di iq option, di XM o anche di entrambi, ti consiglio proprio adesso di fare i seguenti 2 esercizi:

1) Su un asset a tua scelta apri prima un grafico lineare, poi uno a barre ed infine uno a candele giapponesi. Cerca di notare tutte le candele che vedi e ripeti nella tua mente quali sono i 4 prezzi di ogni candela.

2) Rimani sul grafico a candele giapponesi, e ora cambia orizzonte temporale. Cerca di dare un’occhiata ai grafici a 4h, a quelli giornalieri e a quelli settimanali.

Per oggi basta così, hai già fatto abbastanza 🙂 Ti ricordo che se ti iscrivi ai contenuti premium ti darò degli esercizi extra e delle pillole di valore extra che faciliteranno ancor di più il tuo apprendimento.

Bene, ora passiamo allo step 5.


Step 5) Never stop learning

Quest’ultimo step è più che altro un monito.

Ricorda che l’analisi tecnica è talmente vasta che è difficile arrivare a una conoscenza “totale, completa” dell’argomento. Per esempio, io stesso non conosco tutte le decine di indicatori di trading che posso usare su un grafico candlestick!

Il punto è che ci sono alcune basi tecniche di cui devi assolutamente diventare esperto il più presto possibile. Poi ci sono altre concetti di analisi tecnica dei mercati finanziari che sono più “soft”, meno importanti, ed è ok che ti sfuggano in un primo momento. Magari le apprenderai più in là. E magari altri costrutti tecnici li approfondirai più avanti nel tempo.

L’importante è non sentirsi mai “arrivati”

einstain learning


Cos’è l’analisi tecnica? Non è la Bibbia!

Ora ti devo dare un avvertimento molto importante, che ti permetterà di capire ancor meglio cos’è l’analisi tecnica:

Sul forex trading CFD multi-day non basare mai le tue operazioni solo e soltanto sull’analisi tecnica!

non è la bibbiaHai capito? L’analisi tecnica è magnifica, eccezionale, deve essere uno dei pilastri del tuo trading. Ma ci sono anche altri pilastri, che sono altrettanto importanti.

Per esempio, riguardo il trading CFD c’è l’altra faccia della medaglia dell’analisi tecnica, ovvero l’analisi fondamentale. Che scopriremo insieme nel prossimo articolo.

L’analisi fondamentale riguarda appunto “i fondamentali” degli asset finanziari. Per darti un’idea, i fondamentali sono i motivi sociali, politici e macro-economici che spiegano il perché un asset finanziario si sta muovendo in una certa direzione. Sono il motivo “logico”, “reale”, del perché il valore di un asset sta calando o crescendo.

Insomma, l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale sono abbastanza agli antipodi. Ma è necessario conoscere e padroneggiare entrambe queste analisi per diventare un trader di successo nel trading multi-day sui CFD del forex.

Discorso un po’ a parte merita invece il forex trading sulle opzioni binarie.

Ricordi? In questo caso si può fare daytrading, ovvero aprire e chiudere una trade nella stessa giornata. E naturalmente in questo caso l’analisi tecnica ha molta più importante e rilevanza rispetto all’analisi fondamentale.

In linea generale, ricorda:

Più la durata della tua trade è breve, più è importante l’analisi tecnica. Più la durata della tua trade è lunga, più è importante l’analisi fondamentale

In ogni caso, non fare il classico errore di molti neofiti del trading: basare tutte le trade su pochi concetti di analisi tecnica magari anche studiati male, tralasciando tutto il resto. Ovvero l’analisi fondamentale (per il trading CFD), il money management, la gestione degli ordini, e tante altre corse che vedrai più avanti nel corso.


Conclusioni + consiglio extra finale

Leggere questo articolo su che cos’è l’analisi tecnica dovrebbe averti dato 3 benefici:

1) Capito cos’è l’analisi tecnica

2) Scoperto i 5 step da attraversare per diventare un analista tecnico

3) Imparato come passare subito all’azione attraverso i conti demo di iq option e XM-MT4

Ho un’ultima sorpresa per te, che ti avevo promesso quando parlavamo delle candele giapponesi.

Qual è il giusto orizzonte temporale da guardare in una grafico candlestick?

Gran bella domanda. Ti dico subito che non c’è una risposta definitiva: dipende dallo stile di trading che un trader decide di attuare.

top secretCome sai se hai già letto alcuni mie articoli, io non amo i trader scalper. Gli scalper sono coloro che aprono e chiudono le loro posizioni nell’arco di pochi secondi o minuti. Detto ciò, gli scalper utilizzano orizzonti temporali molto brevi per le loro analisi tecniche, 5 minuti o 15 minuti al massimo.

Ci sono poi i daytrader, colore che aprono e chiudono le loro posizioni nell’arco di una stessa giornata. Sai che non trovo interessante questo tipo di trading per i CFD. Mentre per le opzioni binarie uno stile di trading del genere può essere profittevole. Comunque, i daytrader tipicamente usano orizzonti temporali leggermente più lunghi, tra 30 minuti e 4 ore. 

Infine, c’è il multiday trading. In questo caso le posizioni sui CFD restano aperte da un minimo di 2-3 giorni fino ad un massimo di 2-3 mesi. Sulle opzioni binarie invece questo stile si attua usando le scadenze settimanali.

Il trading multiday si basa principalmente sull’analisi dei grafici giornalieri. Detto questo, con il multiday trading non devi comunque disdegnare di dare un’occhiata sia a grafici settimanali che a grafici a 4H per completare la tua analisi tecnica.

Siamo giunti alla fine di questo articolo. Ti è piaciuto? Hai capito cos’è l’analisi tecnica? Hai scoperto come diventare un esperto di analisi tecnica dei mercati finanziari?

Se la risposta  a queste domande è si, se non lo hai già fatto potresti per favore mettermi un bel like su Facebook? A te non costa niente, mentre per me vale veramente tantissimo! Clicca sul bottone qui sotto.

Grazie mille!

Ho un’ultima sorpresa per te: qui di seguito trovi un box di super sintesi riguardo i principali punti chiave di questo articolo. Trovi uno schema del genere in tutti gli articoli di questo corso.

Ti abbraccio e alla prossima!

Giovanni alias Fairmaster


Box di sintesi lezione 6 | Il Trading Per Te

Cos’è l’analisi tecnica? Come si fa? I 5 step per diventare un analista tecnico di successo

– L’analisi tecnica dei mercati finanziari è lo studio del movimento del prezzo di un asset finanziario, basato sull’utilizzo di un grafico e di indicatori matematici, con il fine di prevedere la futura evoluzione di tale prezzo

– Il principio fondamentale dell’analisi tecnica dei mercati finanziari è che lo studio dei prezzi del passato fa capire come si muoveranno i prezzi nel futuro

– Le 3 credenze di un analista tecnico sono: il mercato sconta tutto, i mercati finanziari non sono ambienti razionali, e non c’è mai niente di nuovo nei mercati finanziari

– Lo scopo dell’analisi tecnica dei mercati finanziari è il market timing, che è l’individuazione del miglior momento (connesso al miglior prezzo) per entrare in una trade, e del miglior momento (connesso al miglior prezzo) per uscire da una trade

– In analisi tecnica esistono 4 tipologie di grafici: a barre, lineare, punto e croce e a candele giapponesi. L’unico da usare è quello a candele giapponesi.

– Sui grafici a candele giapponesi puoi impostare il periodo che preferisci

– Massimo Intropido è un grande  🙂 

– L’analisi tecnica dei mercati finanziari si basa su tante macro-aree che studieremo nel dettaglio più avanti nel corso

– Puoi esercitarti in analisi tecnica sui conti demo di iq option e/o XM-MT4

– Never stop learning

– L’analisi tecnica dei mercati finanziari non è la Bibbia

– Il trading multiday si basa su candele giapponesi in grafici principalmente giornalieri (ma anche a 4h e settimanali). Il daytrading si basa su candele da 30 minuti a 4 ore. Lo scalping si basa su candele da 5 minuti a 15 minuti

  • Gennaro

    Salve , ti faccio solo i miei complimenti…
    È da un po’ che ci provo con le opzioni binarie e ho anche perso soldi … Grazie agli account manager.. cmq fino a prima di leggere​ le tue pagine ero confuso e impaurito… Speriamo bene.. ciao

    • Giovanni

      Ciao Gennaro,
      grazie mille per i complimenti 🙂